Suitcase Stories

Contest letterario “Storie di movimento ai tempi del coronavirus”

L’associazione MiCò lancia il contest letterario “Storie di movimento ai tempi del coronavirus”: ​lasciati ispirare dalle storie di movimento dei protagonisti del documentario “SuitcaseStories” per raccontare la tua storia ripercorrendo i movimenti che hai fatto, che stai facendo e che vorresti fare in questo particolare momento in cui siamo tutti confinati nell’immobilità.

Contenuti e prodotti ammessi:
Poesia, racconto, narrativa libera da inviare per mail a ​info.aps.mico@gmail.com​ entro il 25 maggio 2020.
I contributi scritti verranno pubblicati in versione integrale sul sito www.suitcasestories.it

Lunghezza:
1 cartella (1800 battute)

Allegati:
Allega una tua fotografia a mezzo busto come i viaggiatori del progetto SuitcaseStories, con una frase del testo che hai prodotto che meglio rappresenta la tua storia.

Votazioni:​ dal 26 maggio al 7 giugno entro mezzanotte.
Sui canali social (Instagram, Facebook) dell’associazione verrà creato uno spazio di pubblicazione delle immagini con annesso un breve stralcio del contenuto scritto scelto dall’autore e il link alla storia completa.
Verranno premiate le tre fotografie con più likes!

Premi​:

  • Primo premio: piccolo viaggio alla scoperta di tesori vicini per due persone
  • Secondo premio:  Pernottamento con colazione all’ “Agripiola Lou Porti” in Borgata Levata a Monterosso Grana (CN). Preziosa realtà della Valle Grana da scoprire attraverso la visita dell’agriturismo e dell’azienda agricola.
  • Terzo Premio: cesto di prodotti Bioetik, bistro, bottega e gastronomia, punto vendita di frutta e verdura biologica e altri prodotti alimentari biologici a Caraglio (CN) 

 

ECCO LE STORIE DI MOVIMENTO DEGLI AUTORI CHE HANNO PARTECIPATO AL CONTEST!

 

Pubblichiamo qui si seguito le foto dei partecipanti al contest letterario “Storie di movimento ai tempi del coronavirus”. Cliccando sul nome e cognome, accanto alle foto, sarete indirizzati su una nuova pagina, per leggere il testo integrale corrispondente. Vi ricordiamo che le votazioni avverranno sui canali social dell’APS MiCò (Instagram, Facebook) dal 26 maggio al 7 giugno.

 

ROBERTA DESTEFANIS

Milletrecentosessantott’ore: I piedi sono neri

dopo chilometri e chilometri di sogni domestici

 

 

 

STEFANO SEGHESIO

L’unico viaggio che ti serve è quello che non vuoi fare

 

 

 

PAOLO CACCIOLATI

Durante la notte, restano quelle luci fioche, penzolanti

dietro i vetri opachi del balcone. A proteggere la

camera della donna da Io Sono Legione, da Bogeyman,

da El Cuco o qualunque altro nome abbia

 

 

MARIANNA GAJ

Una quarantena movimentata

 

 

GRAZIA GENINATTI

E….io tornai diversa….

 

 

PAOLO MANNIAS 

Come quella striscia di vernice bianca

 

 

LUISA PELLEGRINO

sostare v. intr. [lat. substare «stare sotto; stare fermo,

saldo» ](io sòsto, ecc.; aus. avere). – 1. Fermarsi in un

luogo per un tempo più o meno lungo, riferito a

persone in viaggio o a mezzi di trasporto

 

 

DANIELA VALLAURI 

Il fatto è che non vorrei proprio più uscire da questa

meravigliosa bolla

 

AGNESE DALMASSO

Allora percorrerò, a piedi, i 9 Km, in salita, vedrò i 

paesaggi che si aprono ad ogni curva o tornante,

raggiungerò la borgata e potrò sostare nel verde e

passeggiare nella famosa faggeta con alberi di oltre 300 anni

 

WANDA DEMURTAS

Intorno a noi,stava accadendo qualcosa di insolito.

Solo più tardi avrei capito che le nostre vite,

a breve,sarebbero cambiate

 

 

PAOLA ARTUSIO 

COVIDerazioni di un inguaribile eremita in…

perenne emergenza

 

 

 

ELIANA GIRAUDO 

Spiriti e menti in migrazione anche solo per

una frazione di secondo

 

 

SILVANO MERENDI

….e tornammo fuori a riveder le stelle

 

 

 

CLARA DANIELE

Ogni storia inizia con una partenza,

un distacco, un movimento

 

 

BEATRICE SILVESTRI 

Ho acceso fuochi che scaldassero oltre distanze

obbligate e ho camminato incontro all’Altro su reti virtuali

 

 

GALLO EZIO

Scavalco le frontiere del Coronavirus, ricordando il passato!

 

 

 

D’altro canto, il silenzio delle strade e delle piazze aveva permesso alla natura “esule” di ritornare

 

LUCIANO PAOLA 

Chapuei, chabal (su e giù, salgo e scendo, tanti passi…

inseguendo la quotidianità ai tempi del coronavirus ) 

 

 

FRANCESCA LONGO

…siamo stati costretti a fermare il corpo

ed è qui che le nostri menti hanno cominciato a ballare

Distante dalla scuola e dalla vita sociale

che pian piano mi stavo costruendo,

mi sono sentita una macchina,

in corsa fino ad un momento prima,

all’improvviso spiaccicata contro un muro.

Frame
INQUADRARE E CONTESTUALIZZARE
Voice
DARE VOCE AL GLOBAL SOUTH
Report
COLLABORARE CON I GIORNALISTI
Engage
PROMUOVERE L’IMPEGNO DELLA SOCIETÀ CIVILE

Un progetto finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del bando Raising Public Awareness of Development Issues and Promoting Development Education in the European Union.

FRAME, VOICE, REPORT! punta ad aumentare l’impegno dei cittadini per il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile in 7 Paesi europei. Attraverso un meccanismo di finanziamento rivolto a piccole e medie organizzazioni della società civile europee, Frame, Voice, Report! sta promuovendo più di 150 iniziative che spingono i cittadini all’azione, basate sui principi della comunicazione costruttiva, dell’inclusione di voci del Sud del mondo, della collaborazione con il giornalismo, concentrandosi su questioni globali come i cambiamenti climatici, le migrazioni, le disuguaglianze di genere.

Il progetto è implementato da 7 reti di organizzazioni della società civile: CISU (Danimarca), COP (Italia, Piemonte), RESACOOP (Francia, Auvergne-Rhône-Alpes), Lafede.cat (Spagna, Catalogna), KEPA (Finlandia), Wilde Ganzen (Paesi Bassi), 11.11.11 (Belgio, come partner associato).